Passeggiata sulla via "Franchigena" di Cento: 13 chilometri di storia

Ben prima delle 9.00 del mattino c'erano un po' di persone in via Respighi a Cento (FE), davanti al Parco del Gigante, ad attendere l'arrivo della nostra guida, Franco Grandi, che ci avrebbe condotto lungo un percorso di 13 chilometri che avrebbe toccato tappe storiche, religiose, naturalistiche del territorio.

Già due settimane fa mi ero recata in quelle zone e stavo attendendo la ripresa delle escursioni curate dalla Polisportiva Centese e dall'Associazione Crocetta Onlus per saperne di più. Poi su Facebook, attraverso i gruppi di zona, è arrivata la notizia tanto attesa: il giorno dopo ci sarebbe stata una passeggiata guidata lungo il percorso al quale ero interessata. Avevo altri piani, ma sono stata lieta di rimandarli in virtù di questa opportunità.

Passeggiata sulla via Franchigena di CentoLa passeggiata di oggi ci ha fatto conoscere in particolare la via "Franchigena" vecchia, quella che percorrevano i pellegrini provenienti dal Nord (Venezie e Austria) tra il 1400 ed il 1500,
per portarsi sulla Francigena vera e propria e raggiungere Roma, toccando pilastrini, oratori e palazzi nobili.
Abbiamo dunque visitato la Rocca di Cento, la Chiesa di Santa Liberata, la Cappella di Furmigon, Villa Ariosto e l'Oratorio dell'Ariosto, Ponte del Prete, Monte Borre, l'Oratorio della Crocetta e quello di Santo Prato Fiorito (anche dall'interno), osservando lungo il percorso pilastrini, paesaggi e facendo tante chiacchiere in compagnia.

 

Per fissare al meglio nella mia memoria il percorso e renderne partecipi i miei lettori, ho realizzato una bella mappa con Google MyMaps (strumento efficacissimo), nella quale ho pensato di aggiungere anche alcune delle specie arboree interessanti incontrate e le foto scattate lungo il percorso, oltre a qualche altro edificio della zona che ho trovato interessante:



 

Questa è la ragione per la quale ero sempre il fanalino di coda del gruppo, ma devo ringraziarne alcuni membri per avermi aspettato pazientemente (non si sapeva mai che mi perdessi) ;)

 

Chiaramente, questa mappa è la parte integrativa di un'indagine che nei prossimi tempi mi vedrà approfondire con altri articoli alcuni dei luoghi di interesse storico visitati. Molto dipende dalle ulteriori informazioni che riuscirò a trovarne. Posso dire comunque che questa escursione è stata illuminante sotto moltissimi aspetti e che sfrutterò al meglio le informazioni ricevute.

 

Cappella di Furmigon - CentoQueste passeggiate si tengono la prima domenica del mese ad esclusione dei mesi di gennaio, febbraio, luglio e agosto per ovvie ragioni climatiche.

Il prossimo appuntamento sarà per domenica 6 settembre, ma credo che il percorso sarà un po' diverso, toccherà le 30 chiese di Cento comprendendo anche una visita all'interno della Chiesa di Santa Liberata, che francamente non mi voglio perdere.


Passeggiata sulla via Franchigena di Cento

Chi è interessato a partecipare (l'invito è valido sia per i Centesi che per i “forestieri” incuriositi dalla storia del territorio) può mettersi in contatto con Franco Grandi attraverso il Gruppo Facebook “Tasi e Camèna”.

 

Al termine di questa mattinata ero stanca ma tanto soddisfatta. Questa indagine è cominciata con una escursione personale in zona ed è bello vedere che gli eventi e le possibilità si intersecano nel momento giusto per approfondire e per aggiungere tasselli mancanti alla storia.

 

Oratorio di Santo Prato Fiorito CentoSicuramente non mancheranno le occasioni per confrontarsi nuovamente con Franco (che oggi, lungo la nostra passeggiata, ci ha dimostrato una passione, una gentilezza ed una simpatia uniche) e con i volontari dell'Associazione Crocetta Onlus (www.crocetta.net), il cui impegno per preservare e tramandare il grande patrimonio storico e culturale centese è veramente degno di lode.

 

Pin It