Le passeggiate del mercoledì a Cento di Ferrara: fonte di cultura ed energia

Ogni mercoledì sera, alle 20.30, ci si incontra all'ingresso del Parco del Gigante di Cento (FE), lato via Respighi, nei pressi del Centro Commerciale Famila. Lo scopo è fare una passeggiata in compagnia di almeno 5 chilometri lungo le vie della città o attorno ad essa, spesso alla scoperta di curiosità storiche, culturali, paesaggistiche.

 

Cento, passeggiate del mercoledì seraQueste passeggiate sono organizzate da Franco Grandi, Centese Doc, che mercoledì dopo mercoledì ci fa scoprire cose nuove della città e dei suoi dintorni.

 

Panorama centeseSono venuta a conoscenza di queste attività l'anno scorso, in occasione delle passeggiate domenicali che toccano, tra gli altri, gli Oratori di Santa Liberata, della Crocetta e di San Pancrazio, ma per motivi di lavoro non ero mai riuscita ad unirmi al "Gruppo dei Passeggiatori del Mercoledì".

 

Poi una sera ho partecipato all'incontro e l'ho trovato di grande interesse. Con le giornate estive, che sono più lunghe, possiamo allungare il tragitto, spesso dirigendoci verso l'argine del Reno e percorrendo tragitti in estrema libertà. Ma mi è stato detto che anche d'inverno, acclimatandosi, le passeggiate possono essere comunque piacevoli, anche se certamente più avventurose!

 

Passeggiate nella campagna di CentoCol tempo, sto avendo modo di approfondire la conoscenza con le persone che partecipano assiduamente alle passeggiate, alcune delle quali presenti anche alle camminate della domenica. Ogni persona è un mondo a parte: il bello, nonostante Franco ci dica spesso che dobbiamo camminare senza troppo chiacchierare e tenere il passo, è che socializzare riesce naturale in queste serate. Di solito siamo infatti un bel gruppo affiatato e compatto, curiosamente non tutti di Cento: ad una serata, ha partecipato anche un ragazzo di Zola Predosa.

 

Questo dimostra principalmente due cose, una positiva, l'altra un po' meno: il territorio centese, con le sue numerose attrattive storico-culturali e paesaggistiche, riscuote grande interesse, ma evidentemente attività simili non sono organizzate facilmente nelle proprie zone di residenza (pur con una storia locale interessante) e questo spinge le persone a muoversi verso luoghi nei quali il territorio è più valorizzato.


Madonna dell'Olmo di CentoNon tutto il male vien per nuocere, comunque: come ho detto spesso, quando le persone si muovono portano la loro cultura altrove, diffondendola. Perciò molto spesso ci troviamo a condividere fatti o storie di altre località e questa interazione fa sì che ciascuno di noi, al ritorno a casa, porti con sé un pezzettino di storia di qualcun'altro.

 

Camminata sull'argine sinistro del RenoLe nostre passeggiate sono dunque una forma di arricchimento personale da qualsiasi punto di vista: fisico, sociale, culturale. Io lo trovo un buon modo per concludere una lunga giornata nell'attesa di quella che verrà domani.

 

 

 

 

Ecco la mappa dei nostri percorsi (ogni mercoledì se ne fa uno diverso), che gradualmente sto aggiornando con immagini ed informazioni:

Guardala su Google Maps

 

Spero di incuriosirvi abbastanza da vedervi partecipare alle passeggiate, così come spero che sempre più centesi siano invogliati a conoscere meglio il proprio territorio.

 

Per ogni altra informazione relativa alle passeggiate del mercoledì ed a quelle della domenica, vi invito a visitare ed unirvi al Gruppo Facebook "Tasi e Camèna".

 

 

 

Pin It