La Casa-Torre Colombari di Castel Maggiore

Quando ero bambina, seguivo spesso mio padre come un'ombra quando andava a prendersi cura di qualche orto o giardino nei dintorni di Funo. In molti casi, ci recavamo alla Casa-Torre Colombari di Castel Maggiore. Questa casa colonica si trova in via Frabaccia 9, a poca distanza da via della Repubblica. Mio padre usava chiamarla "La Frabazza" e grazie a questo sono riuscita a scoprire alcuni particolari del territorio che la circonda.

 

Casa-Torre Colombari Castel MaggioreA mio avviso, la Casa-Torre Colombari è un interessante esempio di evoluzione architettonico-rurale nel nostro territorio. Originariamente si trattava di una tipica abitazione medievale (il torricino, appunto), con un vano per ogni piano: al piano terra, si trovava il ricovero per bestiame ed attrezzi, al primo piano alloggiava la famiglia contadina ed all'ultimo piano si trovava la colombaia che garantiva una riserva supplementare di carne ed anche il guano utilizzato come fertilizzante fino al 1700. Solo intorno al XVI secolo la torre è stata inglobata in architetture più recenti.

Corte Colombari Castel Maggiore BOPerciò, la possiamo osservare oggi come un edificio rurale costruito in cotto con tetto a capanna ai lati di una torre coperta a quattro falde, con cordolo formato da mattoni disposti a T e cornicione a dente di sega, attorno al quale sorgono un fienile, un pozzo ed un edificio accessorio, ad uso forno e pollaio.

E' interessante constatare come il ruolo di una torre potesse non limitarsi solo all'uso residenziale, specie all'interno di alcuni dei più importanti baluardi difensivi della nostra provincia.

Data la grande presenza di costruzioni di questo tipo nel nostro territorio è lecito avanzare l'ipotesi che fossero tutte collegate e che fungessero da vedette, segnalando qualsiasi pericolo nelle nostre campagne. Le più importanti, come la torre del Castello di Bentivoglio (oggi non più esistente), utilizzavano questa fitta rete di torricini per comunicare con la Torre degli Asinelli di Bologna.

 

Casa-Tore Colombari e la Frabazza di Castel MaggioreUn altro argomento interessante da approfondire è l'area in cui la Casa-Torre Colombari sorge. Le numerose modifiche urbane che hanno interessato la zona fin dal secolo scorso hanno modificato sia la viabilità che la percezione del paesaggio ed è quindi difficile oggi orientarsi e riconoscere un luogo da vecchie mappe o perizie.
Planimetria Comune di Bondanello 1774Ma stando ad una planimetria del 1774, sembra che un tempo la via Frabaccia si estendesse dalla via Ronco alla via Galliera, quasi senza interferenze da parte di altre vie o di nuove costruzioni sorte intorno alla seconda metà del secolo scorso.
Una volta raggiunto il tratto iniziale della Galliera (via Gramsci), la stradina raggiungeva la
Frabaccia, un tipo di caseggiato già presente nel XVIII secolo che ospitava un'officina da fabbro detta per l'appunto "La Frabazza". Questo caseggiato esiste ancora. Le vecchie botteghe sono oggi piccoli negozi, ma la sua struttura storica è ancora riconoscibile.

 

La Frabazza o Frabaccia, vecchio opificio di Castel MaggioreData la vicinanza delle due strutture, mi sono anche domandata se la Casa-Torre Colombari e la Frabazza potessero essere state in passato parte di un'unica proprietà fondiaria. Ma in mancanza di certezze, ho preferito servirmi delle informazioni documentate per cercare di ricostruire almeno una parte della storia proprietaria dell'immobile.

Planimetria del Comune di Bondanello a Castel Maggiore 1774Stando alla documentazione relativa all'asta immobiliare tenutasi nel luglio 2017 e ad alcune visure storiche, la Casa-Torre Colombari faceva parte dei possedimenti del Complesso San Leonardo di Bologna, un'istituzione molto antica nata intorno al XVI secolo come ospitale e poi divenuta ex-orfanotrofio di San Leonardo nel XIX secolo.
Come spiegavo nell'articolo dedicato all'Ospitale del Ronco di Castel Maggiore, è ipotizzabile che il San Leonardo sia venuto in possesso della Casa-Torre Colombari attraverso donazioni o conversioni, anche se le fonti non ci informano dell'anno preciso di acquisizione della proprietà.

Corte Colombari Castel Maggiore complessoQuesto almeno fino al 1943, data nella quale il Complesso di San Leonardo subì danneggiamenti durante i bombardamenti degli Alleati, cui fecero seguito interventi di ricostruzione e la decisione da parte della Curia di cederlo al Comune di Bologna.
E' lecito supporre che, insieme alla proprietà del complesso, siano stati trasferiti al Comune di Bologna, nello stesso momento o successivamente, anche altri beni ad esso connessi.

Sta di fatto che, anche se non sappiamo la data precisa di acquisizione dell'immobile, il Comune di Bologna ha detenuto la proprietà completa della Casa-Torre Colombari fino al 6 luglio 2017, data nella quale l'immobile è stato venduto all'asta alla Martinelli Costruzioni srl.
OCasa-Torre Colombari di Castel Maggiore proprietà San Leonardo Bolognaggi l'immobile, con le sue pertinenze, è in vendita attraverso l'Immobiliare San Pietro. Fino a qualche mese fa gli annunci parlavano di un ambizioso progetto di ristrutturazione che mirava a trasformare la Casa-Torre Colombari e gli edifici annessi in residenze di lusso. Ora, invece, si parla solo di vendita di un rustico da ristrutturare.

 

Fienile della Casa-Torre Colombari di Castel MaggioreNell'avviso d'asta pubblica, il Comune di Bologna afferma che "L'immobile in oggetto ricade in ambito di potenziale localizzazione di nuovi insediamenti urbani; nello specifico ricade all'interno dell'area più vasta, destinata al completamento delle attrezzature sportive comunali, che sarà acquisita dal comune a seguito di perequazione e dovrà rimanere inedificata. Gli insediamenti risultano individuati come complessi edilizi di valore storico-testimoniale. L'area su cui sorgono gli edifici viene segnalata da PSC come zona di interesse archeologico, mentre quella dello scolo che in parte delimita la proprietà comunale, come corridoio ecologico locale (...)", specificando inoltre gli usi e gli interventi ammessi, dal momento che si tratta di un edificio vincolato ai sensi del D.Lgs 42/2004.

 

Questo può significare un arco di tempo molto limitato nel quale la tenuta potrà essere risanata, riaffermare i propri spazi e la sua identità storico-architettonica sul nostro territorio.

Osservando la Casa-Torre Colombari, malandata e consumLa Casa-Torre Colombari negli anni 70ata dal tempo, non posso fare a meno di sperare che riesca a rinascere dalle proprie ceneri.

Quando sono cresciuta ed ho smesso di seguire mio padre nei suoi orti, non ho mai dimenticato dove potevo trovarlo quando lo cercavo.

Lo stesso accade con la storia del nostro territorio: ogni vecchia residenza che incontriamo è la tappa di un lungo percorso nella nostra memoria rurale senza la quale diventerà sempre più difficile ricostruire le nostre origini ed in mancanza della quale rischiamo inesorabilmente di perderci.

 



Bibliografia, link ed altri documenti utili alla scrittura dell'articolo:

 

  • Documentazione d'Asta di Vendita Pubblica pubblicata sul sito del Comune di Bologna – Rete Civica Iperbole.

  • Visure storiche per immobile effettuate dal sito dell'Agenzia delle Entrate.

  • Annunci Immobiliare San Pietro: Rustico in vendita a Castel Maggiore (Rif. 309-19 e 314-19) – gli annunci riferiti alla vendita dell'immobile già ristrutturato non sono più disponibili.

  • Carta dei Beni Culturali e Naturali della Provincia di Bologna, Edizioni Alfa, 1977 – da questa pubblicazione, è stata tratta anche l'immagine della Casa-Torre Colombari negli anni '70, quando era ancora abitata.

  • "Castel Maggiore. Com'era ... e com'è" di Lorenzino Cremonini – Alinea Editrice, 1988 – Tav. 62 - Planimetria del Comune di Bondanello 1774 (pag. 297)

  • "Castel Maggiore: tra storia e memoria" di Valerio Montanari e Carlo Garulli – Ed. Pendragon, 2007 – Sezione dedidata a Villa Poggi e La Frabaccia (pag. 54)

  • Breve storia del Complesso di San Leonardo a Bologna, edita da Comune di Bologna, Istituzione Biblioteche Bologna – Biblioteca Multimediale Roberto Ruffilli.

  • L'album delle foto scattate durante il sopralluogo alla Casa-Torre Colombari, è pubblicato al seguente link: "Urbex - Casa-Torre Colombari"

 

 

 

 

Pin It