Il Libro degli Alberi

Il Libro degli Alberi a cura di Giancarlo MalavasiIl Libro degli Alberi - Guida al riconoscimento degli alberi nostrani, come piantarli e curarli a cura di Giancarlo Malavasi - Ed. Grafiche Futura Press (1992)

Una pubblicazione molto semplice ed esaustiva delle specie autoctone del nostro territorio di pianura. Il libro insegna a riconoscere, scegliere, curare e valorizzare le diverse specie arboree, ponendo l'accento sulle loro caratteristiche e sull'importanza della loro tutela.
Lo considero come una prima guida essenziale per quanti vogliono comprendere meglio il paesaggio che ci circonda, oltre a sviluppare un interesse verso l'ambiente e le essenze arboree che ne fanno parte.

Mulini, canali e comunità della pianura bolognese tra Medioevo e Ottocento

Mulini, canali e comunità della pianura bolognese tra Medioevo e Ottocento a cura di Paola Galetti e Bruno Andreolli - Autori vari - Ed. Clueb (2009)

In questo volume sono raccolti gli Atti di tre Giornate di studio che si sono tenute nell'autunno del 2007 nel Municipio del Comune di Galliera, nel Centro dell'Oasi del Quadrone di Medicina e nell'Eco-museo dell'acqua a Sala Bolognese, risultato di una ricerca biennale che ha visto impegnati storici, associazioni e gruppi di studio ed appassionati di storia locale.
Il libro illustra, attraverso una folta ed accurata documentazione archivistica, l'importante ruolo che hanno avuto le acque nelle terre basse della provincia bolognese e come esse costituirono la principale fonte di energia per alimentare impianti molitori grandi e piccoli.
La pubblicazione racconta anche la storia delle comunità che legarono ai canali ed ai mulini le loro vicissitudini umane e produttive.
L'ho trovato davvero interessante ed illuminante, poiché dà la possibilità di conoscere luoghi della nostra pianura che oggi sono quasi del tutto scomparsi e quindi difficili da identificare.

San Pietro in Casale, un secolo di storia

San Pietro in Casale, un secolo di storia di Fulvio SimoniSan Pietro in Casale, un secolo di storia di Fulvio Simoni - SIACA Edizioni, Cento (1990)

Pubblicazione davvero molto interessante voluta dal Comune di San Pietro in Casale. Narra le vicende di San Pietro in Casale dalla metà dell'Ottocento alla Liberazione, periodo nel quale il paese ha conosciuto il suo massimo sviluppo sociale, politico ed economico. E' un libro che consiglio a quanti sono interessati a conoscere sia la storia di questa località, che del nostro territorio rurale ed agricolo: le lotte bracciantili, la nascita delle Leghe, lo sviluppo del movimento socialista nelle campagne, etc.

Storia di San Pietro in Casale e di tutte le sue frazioni

Storia di San Pietro in Casale e di tutte le sue frazioni di Federico CecconiStoria di San Pietro in Casale e di tutte le sue frazioni di Federico Cecconi con prefazione di Amedeo Benati - Riedizione Anastatica, Atesa Editrice (1989)

Federico Cecconi è stato Segretario del Comune di San Pietro in Casale dal 1874 al 1893. In questo libro vuole raccontare lo sviluppo del territorio di San Pietro in Casale soprattutto a livello urbanistico, illustrandone i personaggi che ne hanno fatto parte e raccogliendo le informazioni fornite da precedenti studiosi del territorio.
Quella di cui vi sto parlando è la ristampa anastatica dell'edizione originale "Libro di notizie storiche antiche e moderne a tutto l'anno 1900 della terra di San Pietro in Casale e di tutte le frazioni componenti ora quel Comune", pubblicato dalla Premiata Tipografia A. Garagnani di Bologna nel 1907.

Il libro è disponibile anche in formato digitale a questo link.

Santa Maria della Scala. Mille anni fra storia, arte e archeologia

Santa Maria della Scala LibroSanta Maria della Scala. Mille anni fra storia, arte e archeologia - Protagon Editori (2008)

Libro che ho acquistato alcuni anni orsono, in occasione di una mia visita a Siena. Allora, il mio interesse era maggiormente legato alla parte artistica di questo antico ospitale che oggi è un museo. Ma oggi i contenuti di questa pubblicazione mi sono stati più che mai utili per comprendere la storia, la struttura e l'organizzazione degli ospedali nel medioevo. Il libro documenta in modo eccellente l'origine ed il percorso storico di uno degli xenodochi più illustri della Toscana, che ha svolto attività ospedaliera fino agli anni '70. Le immagini degli interni e degli splendidi affreschi di quello che oggi è diventato un grandioso museo, spingeranno certamente chi non ha mai visitato il complesso a recarsi a Siena per vederlo coi propri occhi.